FAQ   Cerca   Lista degli utenti   Gruppi utenti   Registrati   Profilo   Messaggi Privati   Login 

Signoraggio
Vai a pagina Precedente  1, 2
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Economia e sviluppo sostenibile
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
mapo



Registrato: 27/04/08 17:55
Messaggi: 17

MessaggioInviato: Sab Giu 28, 2008 3:21 pm    Oggetto: Rispondi citando

Scherzi???
Ormai è diventato argomento di censura, anche nel suo blog!!!
Argomento tabù, o "troppo difficile da far capire agli italiani" , ma non credo proprio che gli italiani siano un popolo di rincoglioniti!!!

Con affetto....
Mapo
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
mapo



Registrato: 27/04/08 17:55
Messaggi: 17

MessaggioInviato: Sab Giu 28, 2008 3:28 pm    Oggetto: Rispondi citando

Volevo chiedervi se per caso vi veniva in mente un'altro termine con cui definire il signoraggio, anke perchè chiamarlo in tale modo nn rende molto l'ieda!!!
Tipo INCENERITORI e TERMOVALORIZZATORI.

Quale rende piu l'idea??
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Esteve



Registrato: 12/12/07 15:49
Messaggi: 38

MessaggioInviato: Mar Lug 01, 2008 12:07 pm    Oggetto: Rispondi citando

Bene bene, Mapo!

Allora presto prenderemo contatti! Questa settimana sono un po' incasinato, ma la prossima direi che sono messo meglio? Ci sei venerdì alla grigliata dei Grilli? Quella può essere una buona occasione per scambiare 2 chiacchere! Very Happy

Per Angelo: Grillo ne parlava nello tour del '98, poi appunto ha lasciato perdere, sebbene sia informatissimo sull'argomento. Ha anche censurato la parola Signoraggio (provare per credere, io l'ho fatto più volte) sul suo blog ufficialmente da quando ha iniziato ad essere spammato da chi, in modo un po' paranoico, gli riempiva il blog di insulti, incitamenti. Ha anche una serie di moderatori che si occupano nel giro dei 5 minuti dei post dove compare la parola Signoraggio, storpiata per by-passare i filtri, l'ho provato di persona.

Ad ogni modo, quello che interessa è una comprensione seria del problema, calma ed attenta, senza insulti, invettive e colpi di testa!
_________________
Tutto ciò che non viene donato, va perduto.
(Sobborghi di Calcutta)

Non cambierai mai le cose combattendo la realtà esistente. Costruisci un modello nuovo che renda la realtà obsoleta" (Buckminster Fuller)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
dreamaker
Site Admin


Registrato: 18/09/07 01:19
Messaggi: 509
Località: Ferrara

MessaggioInviato: Mar Lug 01, 2008 2:18 pm    Oggetto: Rispondi citando

mapo ha scritto:
Tutto viene molto abilmente e puntualmente camuffato!!!


Il signoraggio non e' camuffato, semplicemente la banca d'italia lo mette nel suo attivo sotto la voce: "Interesse maturato dai titoli di stato".

Un altro termine non mi viene in mente, ma dobbiamo tirarlo fuori perche' l'uso sconsiderato che hanno fatto di questo termine lo rende inflazionato e malconsiderato. Il sinonimo sara' vitale se vorremo fare un incontro su questo argomento.

A tutela di cio' ho preso a Galliera, alla festa di Libera, i dati di un gruppo Bolognese che si occupa di microcredito.

Ci vediamo alla grigliata di venerdi'!!!
Raffa!
_________________
"Non sono i popoli a dover aver paura dei propri governi, ma i governi che devono aver paura dei propri popoli"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger
Esteve



Registrato: 12/12/07 15:49
Messaggi: 38

MessaggioInviato: Mer Lug 02, 2008 2:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

Mooolto bene Raffa! La discussione prende corpo! Very Happy

Direi che parte camuffata sta nel seguente fatto: se guardi il bilancio della banca d'Italia (per esempio l'esercizio del 2004 che traggo da Euroschiavi ma che si trova anche in rete), troverai nello stato patrimoniale:

Attivo:

Crediti derivanti dall'allocazione delle banconote in Euro all'interno dell'Eurosistema...... 40.100.852.165

Passivo:

Banconote in circolazione..... 40.100.852.165

Il problema è, per il signoraggio primario, un po' qui! La legge e i regolamenti relativi a come scrivere la contabilità obbliga la banca centrale a contabilizzare le voci in questo modo, il punto è:

-da un punto di vista economico: la banca centrale stampa carta straccia e riceve in cambia buoni di debito pubblico coperti da una ricchezza reale della nazione

-da un punto di vista giuridico è un abominio: se le banconote circolanti sono un debito per la banca centrale, non le può prestare ad interesse!!! Non le può proprio prestare!!! Si prestano i crediti che si vantano, non i debiti!!! Ho chiesto anche ad alcuni amici laureati in legge (3) più un avvocato quasi in pensione e tutte e 4 mi hanno confermato che non hanno notizia che si possa prestare un debito.

E' qui il camuffamento dal mio punto di vista. Comunque Raffi anche quello che dici te è giusto, sicuramente la teoria bancaria riguardante il signoraggio primario è da mettere a punto, per esempio attraverso l'opera di Lino Rossi e quella di studimonetari.org
_________________
Tutto ciò che non viene donato, va perduto.
(Sobborghi di Calcutta)

Non cambierai mai le cose combattendo la realtà esistente. Costruisci un modello nuovo che renda la realtà obsoleta" (Buckminster Fuller)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Esteve



Registrato: 12/12/07 15:49
Messaggi: 38

MessaggioInviato: Mer Lug 09, 2008 4:15 pm    Oggetto: Rispondi citando

Vi segnalo inoltre questo bell'articolo sul riflusso bancario:

http://saba.fateback.com/articoli/riflussobancario.html

Qui si spiega come funziona fondamentalmente il signoraggio secondario!

Per il nome, effettivamente "signoraggio" è poco esplicativo!

Proposte?

Qual'è il nocciolo del problema? La generazione del denaro dal nulla direi, senza controlli, traformando il mezzo , il denaro, in un fine.

Invece di Signoraggio vi piace Creazione Monetaria?
_________________
Tutto ciò che non viene donato, va perduto.
(Sobborghi di Calcutta)

Non cambierai mai le cose combattendo la realtà esistente. Costruisci un modello nuovo che renda la realtà obsoleta" (Buckminster Fuller)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
dreamaker
Site Admin


Registrato: 18/09/07 01:19
Messaggi: 509
Località: Ferrara

MessaggioInviato: Gio Lug 10, 2008 2:42 pm    Oggetto: Rispondi citando

Articolo fatto molto bene, ma l'ho riletto 3 volte per capirlo!!! Smile

La similitudine della "creazione monetaria" e' interessante, proporrei anche "campo dei miracoli". Avete presente quel posto dove il Gatto e Volpe portano Pinocchio per fargli seppellire i soldi? Smile

Continuo la lettura, e' molto interessante!!!
Raffa!!!
_________________
"Non sono i popoli a dover aver paura dei propri governi, ma i governi che devono aver paura dei propri popoli"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger
Esteve



Registrato: 12/12/07 15:49
Messaggi: 38

MessaggioInviato: Mar Lug 15, 2008 3:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

Lo riletto anche io diverse volte! Very Happy

Sono giochini contabili che richiedono un po' di digestione, indubbiamente!

Ne parliamo!
_________________
Tutto ciò che non viene donato, va perduto.
(Sobborghi di Calcutta)

Non cambierai mai le cose combattendo la realtà esistente. Costruisci un modello nuovo che renda la realtà obsoleta" (Buckminster Fuller)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Galyr



Registrato: 18/09/07 17:00
Messaggi: 145
Località: Galliera (BO)

MessaggioInviato: Mer Lug 23, 2008 5:43 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sul sito http://ilbenecomune.blogspot.com/ ho trovato questo articolo di Fernando Rossi, si parla di banche e signoraggio:

Non parlo a tutti gli italiani, non parlo a quelli coinvolti nelle organizzazioni della malavita e non parlo a quelli coinvolti nelle clientele dei partiti che ogni giorno sono all'assalto del denaro pubblico.Vorrei parlare agli italiani che possono ragionare delle questioni del nostro paese.La mia esperienza fatta al Senato mi porta a ritenere che i mali di queto paese abbiano delle ragioni profonde: il potere della malavita, il grande potere delle banche, e le strutture clientelari dei partiti che sono organizzazioni immodificabili, pena la loro totale scomparsa. Il punto fondamentale che mi ha portato ad allontanarmi dal partito dei comunisti italiani e ad entrare in un altro ordine di ragionamenti è stato constatare che il reale potere politico non sta nel Parlamento. Ricordo che nella finanziaria del 2006, poichè il mio era tra i voti determinanti al Senato, riuscii ad ottenere l'impegno del Governo ad affrontare il tema delle risorse ferme nella banche, i cosiddetti fondi dormienti che da 15 anni nessuno muove più nei conti bancari. Altri stati li utilizzano, perchè sono risparmi di tutti i cittadini fermi nel sistema bancario. L'Italia no. Perchè? Ora, il ragionamento era: perchè le banche sono fortissime e non hanno nessuna intenzione di restituire allo stato questi soldi. Però il Governo accolse la mia richiesta e decise che avrebbe prelevato queste risorse. 14 miliardi ritenevamo noi insieme all'ADUSBEF, dall'interno di Banca Italia ci fecero sapere che al massimo erano 10 miliardi. Non era poco, visto che era più della metà della finanziaria in discussione. Morale: il Governo deciso che questi venivano rimessi ai cittadini nell'interesse pubblico, però non fece niente. E così sono passati due anni senza che il Governo facesse nè la commissione per trattare con Banca Italia nè la normativa per la ripartizione di questi fondi che nel provvedimento avevamo ottenuto andassero ai risparmiatori traditi dei Bond Argentini, della Parmalat, delle grandi cooperative in cui i soci avevano lasciato i risparmi di una vita e al finanziamento per risolvere il problema del precariato. In due anni il Governo non ha fatto nulla. Allora era valida la prima impressione, e cioè: le banche sono fortissime. Più dei partiti!Un'altra riprova la abbiamo sul tema del signoraggio. Ogni anno uno stato che fa parte dell'Unione Europea e ha adottato la moneta dell'euro preleva tot miliardi di euro in carta moneta e a fronte di questo prelievo si indebita al 2% con la BCE per questi soldi che vengono dati in gestione allo stato medesimo. Alla fine dell'anno la BCE fa un bilancio e la differenza tra il costo di stampa di questa moneta e il suo valore nominale lo riparte tra gli stati membri. La cosa curiosa è che questo riparto di soldi va anche alla Banca d'Inghilterra che non ha adottato l'euro, e sarebbe interessante andare a studiare perchè la Banca d'Inghilterra, al di là della sua fortissima presenza massonica, abbia il diritto di avere i profitti dai debiti fatti dagli altri stati che hanno adottato l'euro. Quando si ripartono questi soldi a livello europeo, essi vanno non agli stati che si sono indebitati ma alle banche. Quindi la Banca d'Italia, che è un organismo privato composto dalle maggiori banche del nostro paese - lo stato ha solo il 5% attraverso l'INPS -, beneficia del debito del paese. Aumenta il debito pubblico italiano, aumentano i profitti dei banchieri attraverso Banca Italia. Altro elemento che da il segno del potere enorme delle banche - tutti sanno che le banche, la sanità, l'università.. sono fortemente permeate dalle organizzazioni massoniche - è dato dal fatto che quando si passò da banca pubblica dello stato a banca privata entrarono 62 miliardi di euro, 40 in riserve auree e 22 in valuta pregiata. Altri paesi europei, sulla stessa convenzione della BCE, utilizzano questi soldi e sono autorizzati ogni anno ad immettere sul mercato l'equivalente di 5 tonnellate di oro, a riduzione del debito. Qui hanno parlato per anni e ancora continuano a parlare di debito pubblico, ma questi soldi non li vogliono usare. Restano a Banca d'Italia. Altri paesi li utilizzano. Perchè? Ovviamente perchè è fortissimo il sistema delle banche e del sistema creditizio. Poi andiamo a scoprire che da Prodi a Draghi al presidente Ciampi.. sono tutti uomini della Goldman Sachs, una grande agenzia finanziaria della Federal Birou, quindi il potere reale sta in questi grandi gruppi finanziari, e tutto quello che successivamente ho letto, studiato è conferma di questo. I partiti, ormai, come i governo sono permeati da questo enorme potere finanziario e massonico, nei loro vertici, nelle loro strutture determinanti. Questo non vuol dire che non ci siano persone in buona fede dentro questo o quel partito e che cercano di affrontare i problemi. Sono ornamentali. La linea di fondo dei partiti attuali è difendere questo sistema economico, basato sullo strapotere dei grandi gruppi finanziari. E ci ritroviamo dentro un Europa che non è l'Europa dei popoli ma è l'Europa delle banche. Noi discutiamo ma è la BCE che decide la politica. Il Governo adotta dei provvedimenti a sostegno degli artigiani, degli agricoltori, dei commercianti, dei lavoratori, del sistema pensionistico eccetera eccetera... ma la BCE decide la sua politica indipendentemente dalle scelte di chi è eletto dal popolo. Già questo meriterebbe un grandissimo approfondimento, ma nella misura in cui l'euro è fortissimo rispetto al dollaro l'economia americana riparte, ripartono le esportazioni e l'economia europea compresa quella italiana sono allo stremo. Queste scelte non le fa il Governo, non le fanno i partiti: le fa la BCE, che è un organismo composto da banche private.Abbiamo fatto le recenti elezioni dove da una parte c'era il PDL di Berlusconi, dall'altra il PDL meno elle di Veltroni, e si dicevano "tu hai copiato il mio programma", "no: tu hai copiato il mio!", "noi l'abbiam fatto prima!", "voi l'avete fatto dopo!", "sì però l'avete copiato!".. Di fatto l'Italia doveva scegliere tra un programma ed un altro programma copiati l'uno dall'altro, a detta dei leader dei due movimenti.Chiamarla ancora democrazia è un bello sforzo, ma va bene: continuiamo pure a chiamarla democrazia! In queste elezioni doveva esserci una famosa legge: la par condicio, che consentisse ad un cittadino italiano di usare la democrazia che significa conoscere per scegliere.E che cosa conosce l'elettore italiano se il movimento di cui noi facciamo parte, come altri movimenti, hanno avuto lo 0,01 o lo 0.02 di spazio nelle televisioni, perchè c'era un minimo di finzione rispetto all'applicazione della par condicio? Sulla carta stampata ancora più disastrosa la presenza di idee che non fossero quelle di Veltroni o di Berlusconi, o dei loro reggicoda all'interno della Lega o all'interno di IDV. Su cosa si poteva scegliere? Su nulla. Le banche e i grandi gruppi d'affari che dalla mattina alla sera operano per utilizzare il denaro pubblico avevano fatto un assicurazione sulla vita. Chiunque avesse vinto, il loro potere sarebbe rimasto inalterato.E si parla tanto di magistratura perchè è l'unico potere dove un magistrato che voglia fare il magistrato ha la possibilità di farlo. La politica son già riusciti ad addomesticarla e non fa più paura
_________________
"È un peccato che il 90 per cento dei politici rovini la reputazione del restante 10 per cento" Henry Kissinger
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Esteve



Registrato: 12/12/07 15:49
Messaggi: 38

MessaggioInviato: Gio Lug 24, 2008 2:56 pm    Oggetto: Rispondi citando

Grande Galyr!!!

Come vedi il problema del Signoraggio (o come lo vorremo chiamare) è bello incasinato...

Però che un ex senatore tiri fuori tutto questo popò di roba è notevolissimo! La sua scheda del senato la trovate qui:

http://www.senato.it/leg/15/BGT/Schede/Attsen/00022812.htm

Che ne dite di provare a contattarlo e a vedere cosa sa e cosa è disposto a raccontarci?
_________________
Tutto ciò che non viene donato, va perduto.
(Sobborghi di Calcutta)

Non cambierai mai le cose combattendo la realtà esistente. Costruisci un modello nuovo che renda la realtà obsoleta" (Buckminster Fuller)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Esteve



Registrato: 12/12/07 15:49
Messaggi: 38

MessaggioInviato: Ven Ago 22, 2008 10:52 am    Oggetto: Rispondi citando

Ehi ragazzi....

C'è nessuno...?

Avete qualche controindicazione da avanzare se provo a contattare l'ex senatore Lino Rossi?
_________________
Tutto ciò che non viene donato, va perduto.
(Sobborghi di Calcutta)

Non cambierai mai le cose combattendo la realtà esistente. Costruisci un modello nuovo che renda la realtà obsoleta" (Buckminster Fuller)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Economia e sviluppo sostenibile Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Forumer.it © 2015